Medicina e chirurgia

Laurea magistrale ciclo unico 6 anni

ATTENZIONE La Scheda completa del corso si apre in automatico su uno dei quattro corsi, specificamente sul corso ME1726. Selezionare tra i "Corsi della stessa classe" l'eventuale diverso corso di iscrizione (ME1727, ME 1728, ME1729).

Classe: LM-41 - Medicina e chirurgia

Durata: 6 anni

Sede: Padova

Lingua: Italiano

Programmato

Posti per cittadini comunitari e non comunitari regolarmente soggiornanti in Italia: 84

Posti riservati ai cittadini non comunitari residenti all'estero: 1

di cui studenti cinesi: 1

DownloadProspetto Tasse

Il corso in breve

Caratteristiche e finalita'
Il Corso di studi in Medicina e Chirurgia si pone come principale obiettivo la formazione di futuri medici-chirurghi nei vari ambiti clinici, sanitari e biomedici, in accordo con la richiesta del mondo del lavoro. A tal fine, stabilisce percorsi qualificanti adeguati all'obiettivo non disgiungibile di curare e prendersi cura della persona malata, anche in contesti di elevata criticita' e complessita'.
Il corso e' organizzato in 6 anni e prevede l'acquisizione di 360 CFU, dei quali 60 sono dedicati ai tirocini, in accordo con la corrente legislazione Italiana e europea.
Il Corso recepisce e applica i descrittori di Dublino, utilizzando un metodo didattico che prevede un'integrazione progressiva dei saperi. Partendo da una solida base culturale biomedica (triennio preclinico), incentrata sulla metodologia scientifica e sulla conoscenza dei processi molecolari, morfo-funzionali e fisiopatologici essenziali delle malattie, si giunge poi al percorso clinico focalizzato sull'acquisizione di solide conoscenze e competenze clinico-diagnostiche e sulla capacita' di individuare e risolvere problemi, prendere decisioni in autonomia, interagire con altre figure professionali per la gestione di quadri complessi, e acquisire i valori umani e i principi etici della professione medica. Le competenze e abilita' cliniche vengono sviluppate nelle attivita' di tirocinio, a partire dal primo anno di studi.
Studentesse e studenti acquisiscono, nel Corso degli studi, una conoscenza approfondita del corpo umano. Imparano a individuare le cause di malattia e la loro incidenza e distribuzione; ne acquisiscono i meccanismi fisiopatologici e imparano a riconoscerne i sintomi; fanno proprio il metodo per formulare, attraverso sintomi e segni, un'ipotesi di diagnosi, predisponendone un piano di verifica diagnostica e di proposta terapeutica, attraverso la capacita' di avvalersi di strumenti ed esami diagnostici e di interpretarne i risultati. Devono conoscere i farmaci e le sostanze tossiche, padroneggiandone i meccanismi d'azione e le modalita' d'impiego a scopo terapeutico. Acquisiscono consapevolezza dell'importanza delle pratiche di riabilitazione nel recupero di pazienti colpiti da affezioni acute o con patologie croniche degenerative. Imparano ad agire nel rispetto delle norme deontologiche e secondo principi di responsabilita' professionale.
La ricerca traslazionale e' un punto di forza della scuola medica patavina e le studentesse e gli studenti che frequentano i reparti per la preparazione di tesi di laurea sperimentali imparano a lavorare nella ricerca clinica avanzata, a disegnare uno studio clinico sperimentale, raccogliere, analizzare ed elaborare i dati e a sviluppare giudizi autonomi, in relazione anche al valore sociale e umano della ricerca.

Ambiti occupazionali
Gli sbocchi occupazionali normalmente offerti al medico-chirurgo sono forniti da:
- Ambulatori pubblici e privati.
- Ospedali e centri specialistici.
- Universita' e centri di ricerca.
- Organizzazioni sanitarie e umanitarie nazionali e internazionali.

Questa figura esercita la professione nell'ambito delle norme e delle definizioni stabilite dall'Unione europea. Il medico-chirurgo interviene in ogni attivita' inerente al mantenimento dello stato di salute dell'individuo. Il percorso formativo e' percio' volto al raggiungimento degli obiettivi qualificanti della classe di laurea in accordo con la definizione di salute dell'Organizzazione mondiale della sanita', ovvero: 'la salute e' la situazione caratterizzata da un completo benessere fisico, psichico e sociale e non semplicemente dall'assenza di malattia'.
Chi si laurea in medicina e chirurgia viene preparato a effettuare il proprio intervento professionale al piu' alto livello compatibile con le strutture e l'organizzazione del luogo in cui si trova a operare.
La laurea magistrale in medicina e chirurgia costituisce requisito di accesso alle scuole di specializzazione.

Visualizza il calendario delle lezioni

Visualizza il calendario degli appelli

Presidente del corso di studio: MARCELLO RATTAZZI

  • Mauro Salvatore Alessandro ALAIBAC
  • Paolo ANGELI
  • Annalisa ANGELINI
  • Michele ANTONELLO
  • Anna APRILE
  • Angelo AVOGARO
  • Ileana BALDI
  • Vincenzo BALDO
  • Cristina BASSO
  • Daniela BASSO
  • Monica BASSO
  • Anna BELLONI FORTINA
  • Paolo BERNARDI
  • Chiara BERTONCELLO
  • Alessandra BIFFI
  • Annibale BIGGERI
  • Gianni BISOGNO
  • Massimo BOLOGNESI
  • Patrizia BURRA
  • Fiorella CALABRESE
  • Girolamo CALO'
  • Francesca CAROPPO
  • Maria CARRARA
  • Ignazio CASTAGLIUOLO
  • Nora CAZZAGON
  • Umberto CILLO
  • Michelangelo CORDENONSI
  • Domenico CORRADO
  • Andrea CRISANTI
  • Liviana DA DALT
  • Marco DAL MASCHIO
  • Fabrizio DAL MORO
  • Raffaele DE CARO
  • Anita DE ROSSI
  • Giuseppe DE VITO
  • Fabio DI LISA
  • Marco DI PASCOLI
  • Maria Vittoria DIECI
  • Andrea DORIA
  • Sirio DUPONT
  • Gian Paolo FADINI
  • Alberto FERLIN
  • Nicola FERRI
  • Francesca GALUPPINI
  • Piergiorgio GAMBA
  • Mariele GATTO
  • Sandro GIANNINI
  • Marco GIORGIO
  • Chiara GIRAUDO
  • Gaia GRIGUOLO
  • Valentina GUARNERI
  • Maria GUIDO
  • Luca IACCARINO
  • Massimo IAFRATE
  • Sabino ILICETO
  • Enrico LAVEZZO
  • Matilde MAIORINO
  • Alberto MARAN
  • Ilaria MARIGO
  • Caterina MIAN
  • Paola MIDRIO
  • Simone MOCELLIN
  • Marco NARICI
  • Paolo NAVALESI
  • Saverio PARISI
  • Giulia PASELLO
  • Maria PENNUTO
  • Martina PERAZZOLO MARRA
  • Giorgio PERILONGO
  • Salvatore Silvio PIANO
  • Stefano PIASERICO
  • Stefano PICCOLO
  • Elisabetta PILOTTO
  • Marco PIZZI
  • Salvatore PUCCIARELLI
  • Roberta RAMONDA
  • Maria Luigia RANDI
  • Marcello RATTAZZI
  • Gianpaolo ROSSI
  • Pietro RUGGIERI
  • Francesco Paolo RUSSO
  • Maria RUZZENE
  • Marina SAETTA
  • Cristiano SALATA
  • Stefania SARNO
  • Giovanni SARTORE
  • Edoardo Vincenzo SAVARINO
  • Giuseppe SERGI
  • Paolo SFRISO
  • Giuseppe TARANTINI
  • Francesco TONA
  • Livio TRENTIN
  • Marta TREVISAN
  • Lucia TREVISI
  • Roberto VETTOR
  • Andrea VIANELLO
  • Fabrizio VIANELLO
  • Vladimiro VIDA
  • Andrea VISENTIN
  • Renato ZAMBELLO
  • Alberto ZAMBON
  • Fabio ZAMPIERI
  • Margherita ZEN
  • Veronica MACCHI
  • Martina PERRAZZOLO MARRA
  • Simonetta AUSONI
  • Marco DI PASCOLI
  • Lucrezia FURIAN
  • Aram MEGIGHIAN
  • Mirko MENEGOLO
  • Sara MONTAGNESE
  • Gianmaria PENNELLI
  • Giorgia SAIA
  • Vladimiro VIDA
  • Michele CARRON
  • Jacopo Baiocchi
  • Luca Barbato
  • Andrea Berlese
  • Iris Bocaj
  • Alberto Bonato
  • Nicola Botter
  • Mimmo Brombin
  • Sabrina Bulatel
  • Riccardo Businaro
  • Giulia Celin
  • Caterina De Pazzi
  • Piero Dissegna
  • Giulia Dorigo
  • Federico Ferretti
  • Vincenzo Foti
  • Leonardo Frasson
  • Beatrice Freschet
  • Laura Ludovica Grassi
  • Anna Klychko
  • Andrea Marangon
  • Andrea Marchi
  • Silvia Mema
  • Nicola Paccagnella
  • Pasquale Padalino
  • Elena Padovese
  • Mattia Pesavento
  • Martina Pinto
  • Gioia Sgrinzato
  • Laura Spigariol
  • Filippo Valle
  • Laura Volpe
  • Anna Zuin

Scheda completa del corso